Se cercate una pianta con una bella fioritura ricadente vi suggeriamo di coltivare lo Streptocarpus. Le sue infiorescenze persistono sulla pianta da aprile fino ai primi freddi autunnali!

Gli Streptocarpus sono originari dell’Africa e sono un genere di piante appartenenti alla famiglia delle Gesneriacee. Gli Streptocarpus destinati alla coltivazione come piante ornamentali, come lo Streptocarpus saxorum, sono generalmente perenni, sempreverdi e con portamento ricadente. Le fioriture sono abbondanti e molto accese ma anche le foglie sono decorative: sono morbide da toccare e di un verde molto intenso.

Nelle zone con clima mite possiamo coltivarlo in giardino, dove genera un cespuglio più largo che basso: circa 35 cm di larghezza e 25 cm in altezza. Oppure, specialmente nelle regioni con inverni freddi, possiamo coltivarlo in vaso sul terrazzo, lasciando ricadere i fiori.

Dove coltivare lo Streptocarpus

Ama il caldo, anche fino a 35°C, ma teme il freddo al di sotto dei 5°C.

In inverno la pianta entra in riposo vegetativo e il clima ideale in questa stagione deve essere compreso tra gli 8°C e 15°C. Al termine della fioritura spostiamola in una serra fredda o un locale luminoso ma non riscaldato.

Per fiorire generosamente lo Streptocarpus ha bisogno di molte ore di sole. I raggi solari diretti, specialmente nei mesi più caldi, possono però ustionare le foglie e i fiori.

Se lo coltiviamo in vaso, possiamo spostarlo in una zona in mezz’ombra in estate.

Se invece piantiamo lo Streptocarpus in giardino, sceglieremo una posizione in mezz’ombra, specialmente se abitiamo nel sud Italia. Nelle zone del nord, più fredde in estate, scegliamo invece una posizione soleggiata.

  1. Terriccio Gerani e Piante Fiorite KB PREMIUM
    Terriccio Gerani e Piante Fiorite KB PREMIUM
    Rating:
    0%
    A partire da 8,99 €
    Aggiungi alla lista desideri

Come coltivare lo Streptocarpus in vaso

Essendo una pianta scenografica da appesa, di solito lo Streptocarpus saxorum viene coltivato in panieri rotondi da appendere oppure in grandi vasi rettangolari da agganciare alla ringhiera del terrazzo o balcone.

Se le piante sono piccole possiamo unirne 3 o 4 all’interno di un vaso grande mantenendo una distanza di 10/15 cm tra ogni piantina. Ogni 2 anni le rinvaseremo per distanziarle poiché le piante tendono ad allargarsi.

Stendiamo sul fondo uno strato del vaso uno strato di argilla espansa per migliorare il drenaggio e riempiamo con un terriccio specifico per piante da fiore.

Le sostanze nutritive contenute nel terriccio saranno sufficienti per le prime settimane, in seguito utilizziamo con un fertilizzante liquido per piante da fiore da diluire nell’acqua per l’irrigazione. Si effettua ogni 15 giorni da aprile fino al termine della fioritura; in inverno sospendiamo fino alla ripresa vegetativa in primavera. In alternativa possiamo optare per un fertilizzante in bastoncino da infilare nel terriccio: dura di più ed è sufficiente ripetere l’operazione ogni 2 mesi.

Come irrigare lo Streptocarpus

È una pianta abbastanza esigenze e richiede irrigazioni regolari per mantenere il substrato di coltivazione sempre umido.

Quando annaffiamo, bagniamo solo il terreno e non le foglie. Non ne hanno bisogno ed evitiamo le tipiche malattie fungine che possono colpire le piante ornamentali.

Vi suggeriamo infine di utilizzare acqua a temperatura ambiente: uno shock termico può provocare macchie fogliari e una fioritura stentata.